Cannabis Legale a prezzi imbattibili

Fino a 20g omaggio su ordini >90€

A partire da 1,19€/g

Consegna Gratis x ordini>20€

Dov’è legale la marijuana ad uso ricreativo nel mondo, oggi

paesi marijuana legale

Indice

Altri Stati in cui la marijuana è legale per uso ricreativo

Una moltitudine di altri stati, nel corso dell’ultimo decennio, si è aggiornata o ha compiuto almeno qualche passo avanti sul fronte della legalizzazione della marijuana per scopo ricreativo. Vediamo insieme quali sono:

  • Il 20 giugno 2018 il Canada ha reso legale la vendita e il consumo di cannabis a scopo ricreativo attraverso il Cannabis Act, consentendo la coltivazione fino a 4 piante a domicilio;
  • Dal 2014, in Cile, la coltivazione di cannabis è consentita sia per scopi terapeutici che ricreativi;
  • In Corea del Nord la coltivazione di marijuana è legale per scopo sia medico che ricreativo, dal momento che il governo non considera la cannabis come una droga;
  • Dal luglio 2018 anche in Georgia il possesso e la coltivazione di marijuana è legale per uso ricreativo, oltre che medico. Resta invece illegale lo spaccio;
  • In Giamaica il possesso di marijuana è legale fino a 56 grammi e la coltivazione fino a 5 piante. I rastafariani possono possedere e consumare cannabis senza limitazioni entro i loro luoghi di culto;
  • In Olanda la vendita e il consumo di marijuana a scopo ricreativo non sono propriamente legali, ma tollerati soprattutto nei famosi Coffee Shop. La città di Amsterdam fa di questi luoghi uno dei suoi punti di forza;
  • In Spagna la coltivazione ad uso personale di marijuana a scopo ricreativo è legale e può avvenire anche in modo collettivo nei cosiddetti Cannabis Social Club. Il consumo è consentito in luoghi privati;
  • L’Uruguay è stato il primo stato al mondo a legalizzare la coltivazione e la vendita di marijuana nel 2013, rendendola monopolio di Stato. Qui, ogni cittadino sopra i 18 anni può coltivare, acquistare e consumare legalmente marijuana purché sia registrato in un apposito albo;
  • Anche l’Australia, dopo la legalizzazione della cannabis per uso medico avvenuto nel 2016, ha iniziato a rendere la marijuana legale anche per uso ricreativo. Il provvedimento che consente la coltivazione e il possesso di marijuana nella capitale Canberra prevede che ogni cittadino maggiorenne abbia diritto di possedere fino a 50 grammi di cannabis e a coltivare 2 piante a testa o 4 per famiglia.

E in Italia?

In Italia la legalizzazione della marijuana ha attraversato e sta attraversando tuttora una lenta e faticosa evoluzione a livello legale. Il 19 dicembre 2019 la Cassazione ha deliberato che la coltivazione domestica e rudimentale di cannabis per uso personale non costituisce reato penale, purché da questa si possa capire immediatamente che il prodotto derivato dalle piante non sia destinato ad un’attività illecita di spaccio. Ma la Cassazione non ha potere legislativo e si limita a regolare le contese di un processo, ragion per cui ad oggi in Italia l’autoproduzione di cannabis è ancora illegale.

Diverso il caso della cosiddetta Cannabis Light. Con il termine cannabis light o marijuana light si intende una tipologia di canapa sativa che presenta concentrazioni di principio attivo (THC) inferiori allo 0,5%. Questo fa si che la cannabis light venga considerata legale in alcuni Stati, come il nostro, in cui invece la cannabis normale è illegale. Perdendo i suoi effetti pisicotropi grazie alle quasi nulle concentrazioni di THC, ma mantenendo tutti gli effetti rilassanti e calmanti del CBD, la marijuana light sta riscontrando molto successo tra tutti coloro che vogliono provarne gli effetti distensivi e benefici.

Il nostro shop offre una grande varietà di prodotti a base di marijuana light. Se non l’hai ancora visitato, ti consigliamo di farlo subito!

Le leggi che regolamentano il consumo di marijuana variano da paese a paese. Scopriamo insieme dove la marijuana è legale ad uso ricreativo e dove no.

In alcuni stati è totalmente illegale, in altri è illegale ma tollerata. In altri ancora la si può consumare solo per uso medico e infine ci sono quelli in cui è totalmente legale anche per scopi ricreativi. Per fare chiarezza in questa intricata rete di differenze, abbiamo preparato una lista di paesi in cui la marijuana è legale per uso ricreativo.

Marijuana legale per uso ricreativo: dove?

Esistono realtà dove il consumo di marijuana al di fuori dell’ambito medico è del tutto permesso e altre dove invece è solo tollerato. Facciamo una panoramica della situazione attuale nel mondo in materia di cannabis ricreativa.

La situazione negli States

Negli USA partì il proibizionismo contro il consumo di cannabis con il Marijuana Tax Act, approvato da Roosevelt nel 1937. Paradossalmente sempre dagli USA, e per la precisione dalla California del 1996, partì anche il movimento di legalizzazione a scopo terapeutico.

Solo nel 2012 però, gli stati di Colorado e Washington tennero il referendum per rendere il consumo di marijuana legale anche a scopi ricreativi.

Due anni dopo, nel 2014, Alaska, Oregon e Washington D.C. seguirono a ruota, indicendo a loro volta un referendum e legalizzando completamente l’uso e la vendita di marijuana a scopo ricreativo.

California, Massachussets, Maine e Nevada vennero subito dopo, nel 2016, seguiti due anni dopo dal Vermont.

Se vuoi approfondire le differenze tra Usa e Italia sulla legalizzazione della cannabis leggi qui!

marijuana legale uso ricreativo

Potrebbe Interessarti anche:

tagliare hashish
Estratti e resine

Hashish tagliato, come riconoscerlo

Come riconoscere l’hashish tagliato Come fare a riconoscere se l’hashish è stato contaminato? Quali pratiche seguire e tutto quello che c’è da sapere in questo articolo

Leggi di più »
Jamaica weed
Approfondimenti e notizie

Jamaica Ganja, cosa sapere

Ganja in Jamaica, tutto quello che c’è da sapere Anche se non ne è, tecnicamente, il paese d’origine, Jamaica e Ganja vengono considerate strettamente collegate.

Leggi di più »

-33% SU AMNESIA IDROPONICA

Usa il codice sconto IDRO33 per avere il 33% di sconto!