Cannabis Legale a prezzi imbattibili

Fino a 20g omaggio su ordini >90€

A partire da 1,19€/g

Consegna Gratis x ordini>20€

Guano di pipistrello e cannabis: cosa sapere

guano pipistrello

Indice

Come utilizzare il guano di pipistrello come concime per la cannabis

L’inverno sta finalmente giungendo al suo termine, e con l’arrivo della primavera si aprono moltissime opportunità per la coltivazione domestica. Il guano di pipistrello è un interessante ausilio per tutta la botanica, compresa quella a tema marijuana.

Cos’è il guano come concime

guano pipistrello concime

Quando si parla di concime o fertilizzante, si pensa subito a quello più tradizionale: il letame animale. Tuttavia mucche e maiali non sono i soli produttori di concime anzi, esistono altri animali che, sebbene producono meno quantità di fertilizzante, bilanciano con una qualità decisamente maggiore.

Il pipistrello è uno di questi animali, e la cacca di pipistrello, comunemente detta guano, è un’ottimo esempio di fertilizzante ad alta efficienza.

Ad essere precisi, il termine guano si riferisce agli escrementi di volatili in genere come gabbiani, piccioni, perfino i piccoli uccellini canori che spesso vengono utilizzati come animali decorativi.

Quello che interessa a noi però, non proviene da uccelli, ma da mammiferi. Dai pipistrelli appunto.

All’origine il guano di pipistrello si trova sotto forma di piccole palline, fragili e delicate, che la raccolta trasforma in una sorta di polvere sabbiosa.

A cosa serve il guano di pipistrello

Ma a cosa serve questa preziosa sabbietta? La risposta è semplice: è un eccellente concime.

A voler essere precisi e andare un po’ più sul tecnico, il guano, soprattutto se fresco, possiede un’ottima concentrazione di carbonio e azoto, particolarmente importanti in botanica. Anche la proporzione tra questi elementi è molto vantaggiosa, e si avvicina molto alle proporzioni dei fertilizzanti artificiali espressamente calibrati per un’alta efficienza. Con il vantaggio che la cacca di pipistrello è invece completamente naturale.

Quali sono i benefici

E proprio l’origine completamente naturale è uno dei più importanti benefici del guano. La produzione di molti fertilizzanti sintetici infatti, è un processo estremamente inquinante, e spesso anche pericoloso. Non passa molto tempo senza che salti in aria qualche fabbrica o deposito di fertilizzante, proprio a causa dell’alta concentrazione di nitrati.

Il guano invece viene prodotto in maniera assolutamente naturale dai pipistrelli. E non solo questi animaletti non sono inquinanti né esplosivi, ma sono anche molto utili per la stabilizzazione della biosfera. Sono anche uno dei metodi migliori per controllare le popolazioni di insetti in maniera non invasiva e non tossica.

Infine, il guano è sì molto potente come fertilizzante, ma è anche molto leggero. È infatti composto principalmente da esoscheletri di insetti, che funghi e batteri provvedono a polverizzare. Per questo è facile da spargere uniformemente su un’area ampia e la piccola dimensione delle sue particelle ne permette un’eccellente miscelazione col terreno, preparandolo così al meglio per accaogliere i semi

guano pipistrello

Come usarlo per coltivare marijuana

Ma quindi, come si può utilizzare il guano per coltivare marijuana?

In realtà è semplicissimo. Più semplice perfino dei fertilizzanti tradizionali, che vanno miscelati con attenzione e rischiano di spingere il PH del terreno verso degli estremi nocivi alle piantine.

Basta infatti mescolare circa una parte di guano di pipistrello in dieci di substrato, e il gioco è fatto. La composizione e la naturale neutralità del guano faranno sì che, posto che non si ecceda con le quantità, il bilanciamento del terreno non venga inficiato.

Non è nemmeno strettamente necessario mescolarlo all’intero substrato, ma anche una spolverata alla parte superiore del terreno, seguita da una discreta innaffiata e una delicata posa dei semi, sarà sufficiente a far penetrare i nutrienti nel terreno, fino alla profondità in cui le radici delle piantine potranno recuperarli.

 

Potrebbe Interessarti anche:

tagliare hashish
Estratti e resine

Hashish tagliato, come riconoscerlo

Come riconoscere l’hashish tagliato Come fare a riconoscere se l’hashish è stato contaminato? Quali pratiche seguire e tutto quello che c’è da sapere in questo articolo

Leggi di più »
Jamaica weed
Approfondimenti e notizie

Jamaica Ganja, cosa sapere

Ganja in Jamaica, tutto quello che c’è da sapere Anche se non ne è, tecnicamente, il paese d’origine, Jamaica e Ganja vengono considerate strettamente collegate.

Leggi di più »

-33% SU AMNESIA IDROPONICA

Usa il codice sconto IDRO33 per avere il 33% di sconto!