Tisane per Dormire: Quali sono le più Efficaci?

Staff WeWeed

Tisane per Dormire
Indice

Le tisane per dormire sono una soluzione ideale contro di disturbi del sonno. Esistono svariate tipologie di tisane per il sonno, composte da uno grande numero di diverse erbe e sostanze con proprietà rilassanti che aiutano a dormire meglio.

In questo articolo andremo a parlare di quali sono le migliori tisane per dormire, quali sono le più efficaci e parleremo anche di alcune buone abitudini che ti aiuteranno a dormire meglio e più a lungo.

L’insonnia e disturbi del sonno: cause e soluzioni

L’insonnia è uno dei disturbi del sonno più diffusi e ne soffre un’ampia porzione della popolazione. Quando però parliamo di disturbi del sonno, non ci riferiamo solamente all’insonnia. Risvegli frequenti durante la notte, fatica ad addormentarsi, sonno non soddisfacente o risvegli precoci alla mattina, sono disturbi più frequenti di quanto pensiamo.

Le cause

Le cause dei disturbi del sonno possono essere attribuite a diversi fattori comportamentali e ambientali. Ecco alcune delle cause principali e più comuni:

  1. Mancanza di Esposizione alla Luce Solare Mattutina: La luce solare mattutina imposta il ritmo circadiano per la veglia e influisce sull’umore e l’energia generale. La mancanza di esposizione alla luce solare al mattino può portare a un rilascio di cortisolo più tardi durante il giorno, causando problemi di insonnia, ansia e persino lieve depressione​​.
  2. Eccessiva Esposizione alla Luce Artificiale di Notte: Evitare troppa luce artificiale di notte è essenziale per mantenere un sano ritmo circadiano​​.
  3. Alimentazione e Abitudini Alimentari: Essere troppo affamati o mangiare troppo vicino all’ora di dormire possono entrambi inibire il sonno. È importante prestare attenzione alla qualità dell’alimentazione e alle abitudini alimentari​​.
  4. Esercizio Fisico e Caffeina: È consigliabile fare esercizio fisico di qualità e evitare di consumare caffeina dopo le 2 o le 3 del pomeriggio​​.

La buona notizia è che buona parte di questi disturbi si possono risolvere con uno stile di vita più sano e implementando delle buone abitudini nella nostra quotidianità.

Alcune delle soluzioni

  1. Esposizione alla Luce Solare: È consigliato esporsi alla luce solare entro 30-60 minuti dal risveglio e nuovamente prima del tramonto. Questo è importante perché la luce solare aiuta a sincronizzare i ritmi circadiani del corpo​​.
  2. Esposizione Programmata alla Luce Intensa: Oltre all’esposizione alla luce solare, può essere benefico l’esposizione programmata alla luce intensa. Ciò potrebbe includere l’uso di luci artificiali al mattino se ci si sveglia prima dell’alba​​.
  3. Limitare i Pisolini: Per mantenere un ciclo sonno-veglia costante, si suggerisce di limitare i sonnellini durante il giorno​​.
  4. Uso di Melatonina o Tappi per le Orecchie: Dove appropriato, l’uso di integratori di melatonina o tappi per le orecchie può aiutare a migliorare la qualità del sonno, specialmente in ambienti di sonno difficili​​.
  5. Sfruttare la Luce e l’Oscurità: Capire come utilizzare efficacemente la luce e l’oscurità può aiutare ad addormentarsi più velocemente e a raggiungere un sonno più profondo e riposante. Questo comporta la gestione dell’esposizione sia alla luce naturale che artificiale​​.
  6. Temperatura, Cibo, Esercizio Fisico, Caffeina, Integratori e Dispositivi Digitali: è da sottolineare inoltre anche l’importanza di gestire fattori come la temperatura ambiente, le abitudini alimentari, l’attività fisica, l’assunzione di caffeina, l’uso di integratori e l’esposizione ai dispositivi digitali come parte di un approccio completo all’ottimizzazione del sonno​​.
  7. Evitare la Luce Artificiale: Evitare l’eccessiva luce artificiale, specialmente prima di coricarsi può calmare la mente e il corpo, contribuendo a un sonno migliore​​.
Tisane per Dormire

Le migliori tisane per dormire

Appurato che i disturbi possono avere diverse origini e che, se possibile, il primo passo da fare è evitare le cattive abitudini che sappiamo per certo peggiorare la qualità del sonno, esistono tante sostanze che possono aiutarci a dormire meglio. Le tisane per dormire sono un formidabile esempio di rimedi naturali contro i disturbi del sonno. Esistono una moltitudini di composti, estratti e piante che offrono una soluzione al nostro problema.

Vediamo un elenco delle piante più efficaci nel trattare i disturbi del sonno:

  1. Camomilla: Nota per le sue proprietà calmanti e rilassanti, la camomilla è una delle tisane più popolari per favorire il sonno.
  2. Valeriana: Spesso usata per combattere l’insonnia, la valeriana può aiutare a rilassarsi e migliorare la qualità del sonno.
  3. Passiflora: Conosciuta per le sue proprietà sedative, la passiflora può essere efficace nel trattamento dell’insonnia e dell’ansia.
  4. Melissa: Ha proprietà calmanti e viene usata per ridurre lo stress e migliorare il sonno.
  5. Lavanda: Nota per il suo aroma rilassante, la lavanda può aiutare a ridurre l’ansia e a migliorare la qualità del sonno.
  6. Tiglio: Spesso utilizzata per le sue proprietà calmanti, il tiglio può aiutare a rilassarsi e a dormire meglio.
  7. Cannabis Light (CBD): La tisana a base di cannabis light, contenente CBD ma con livelli molto bassi di THC, è conosciuta per le sue proprietà rilassanti e può contribuire a migliorare la qualità del sonno senza effetti psicoattivi.

Come preparare una tisana per dormire in maniera efficace

Insieme all’assenza di controindicazioni, a differenza dei farmaci, la facilità nella preparazione è uno dei punti forti delle tisane per dormire. Ecco i passaggi per fare una tisana per dormire ben fatta e che sia efficace. Questo procedimento è valido per ognuna delle piante elencate nel paragrafo precedente ma, per intenderci, ora faremo riferimento alla tanto nota camomilla.

  1. Raccogliere gli Ingredienti: Utilizzare fiori di camomilla secchi assicura una concentrazione ottimale dei principi attivi. La camomilla contiene composti come il bisabololo e i flavonoidi che hanno proprietà sedative e antinfiammatorie.
  2. Bollire l’Acqua: L’acqua bollente è essenziale per estrarre efficacemente i composti solubili dalla camomilla. Questo processo di estrazione rilascia i principi attivi nella tisana.
  3. Preparare la Camomilla: L’uso di fiori secchi permette una diffusione uniforme dei composti attivi nell’acqua.
  4. Infusione: Lasciare in infusione per 5-10 minuti consente ai composti attivi di diffondersi nell’acqua, creando una tisana efficace. Un infusione più lunga intensifica il gusto e potenzia gli effetti.
  5. Filtrare e Servire: Filtrare i fiori dalla tisana assicura che il liquido sia liscio e piacevole da bere, rimuovendo pezzi di pianta che potrebbero essere spiacevoli o irritanti.
  6. Rilassati e Bevi: Bere la tisana calda può avere un effetto calmante e rilassante, aiutando il corpo a prepararsi al sonno. Consumarla 30 minuti prima di coricarsi dà tempo ai suoi effetti sedativi di manifestarsi.

Questa sequenza di azioni mira a massimizzare l’efficacia della tisana nel promuovere un sonno rilassante e riposante. È da non sottovalutare anche il momento di relax che sorseggiare una tisana calda può offrire, dunque, prendetevi un po’ di tempo lontano da rumori, voci, persone e godetevi in relax la tisana e i suoi effetti rilassanti.

Il CBD è un buonissimo alleato contro i disturbi del sonno

L’efficacia del CBD (cannabidiolo) nel contrastare i disturbi del sonno è stata oggetto di diverse ricerche, con risultati strabilianti. Esattamente come le erbe elencate in precedenza, il CBD e la cannabis light non hanno controindicazioni e la loro assunzione è facile, veloce e anche piacevole!

Ma non solo, il CBD ha un effetto più forte, mirato e veloce nel combattere i disturbi del sonno.

Il CBD agisce sul corpo attraverso il sistema endocannabinoide che svolge un ruolo chiave nella regolazione di tante funzioni, tra cui il sonno, l’umore e la risposta allo stress.

Benefici del CBD

  1. Interazione con i Recettori del Sistema Endocannabinoide: Il CBD non si lega direttamente ai recettori CB1 e CB2 come altri cannabinoidi, ma influisce sulla loro attività, contribuendo a regolare il sonno e l’ansia.
  2. Aumento dei Livelli di Serotonina: Il CBD può influenzare i recettori della serotonina, che hanno un ruolo nell’umore e nel comportamento. L’aumento dei livelli di serotonina può portare a un senso di calma e benessere, riducendo l’ansia e facilitando il sonno.
  3. Effetti Anti-infiammatori e Antidolorifici: Il CBD ha proprietà anti-infiammatorie e analgesiche, che possono aiutare a ridurre il disagio fisico e a migliorare la qualità del sonno, soprattutto per chi soffre di condizioni dolorose.
  4. Riduzione del Cortisolo: Il CBD può contribuire alla riduzione dei livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, favorendo il rilassamento e migliorando la qualità del sonno.

Come assumere il CBD per dormire meglio

Confermati i molteplici benefici del CBD ora passiamo ai metodi di assunzione. Esistono svariati metodi per assumere il CBD, ognuno di questi ha diverse particolarità e possono influire sul risultato finale!

Ecco i vari metodi per assumere il CBD e la sua efficacia in ciascuna forma:

  1. Tisana alla Cannabis Light: Le tisane a base di CBD utilizzano foglie o fiori di cannabis light. Il CBD in forma di tisana può avere un effetto rilassante e aiutare a ridurre l’ansia, favorendo un sonno più tranquillo. L’effetto può essere più mite rispetto ad altre forme, dato che la solubilità del CBD in acqua è limitata.
  2. Olio di CBD: L’olio di CBD è una delle forme più comuni e studiate. L’assunzione sublinguale (gocce sotto la lingua) assicura un rapido assorbimento nel flusso sanguigno. Gli studi suggeriscono che l’olio di CBD può aiutare a migliorare la qualità del sonno, riducendo anche l’ansia e migliorando la fase di addormentamento.
  3. Fumare o Vaporizzare Cannabis Light: Fumare o vaporizzare cannabis light con un alto contenuto di CBD può avere effetti molto più rapidi. Questo metodo permette al CBD di entrare direttamente nel flusso sanguigno attraverso i polmoni, offrendo un sollievo quasi immediato. Tuttavia, fumare presenta rischi per la salute respiratoria, mentre la vaporizzazione è spesso considerata una scelta più sicura.
  4. Decotto con Latte: Il CBD è liposolubile, il che significa che si scioglie meglio nei grassi rispetto all’acqua. Il latte, contenendo grassi, può aiutare a solubilizzare e assorbire meglio il CBD, rendendo il decotto più efficace rispetto a una tisana a base acquosa. La presenza di grassi nel latte può rallentare la digestione e l’assorbimento del CBD, potenzialmente prolungando i suoi effetti rilassanti e migliorativi del sonno.

In generale, il CBD viene considerato un’opzione sicura e non psicoattiva per la gestione dei disturbi del sonno, affiancato alle svariate erbe che offrono sollievo dai disturbi del sonno può essere la soluzione che darà una svolta al tuo sonno e al tuo benessere!

Ooops

Sei un ribelle… Bravo! 😀

Ringrazia il tuo spirito ribelle, ti sei appena aggiudicato un codice sconto del 15%!!

Utilizza il codice –> sonounribelle <– per ricevere il 15% di sconto su tutti i prodotti WeWeed

<3

logo weweed

Weweed Marijuana Legale

Per accedere al sito devi essere maggiorenne

PROVA GLI STRAIN PREMIUM:

LE SELEZIONI D’ALTA GAMMA WEWEED!