Erba Chimica: Tutto ciò Che Devi Sapere

Staff WeWeed

erba chimica
Indice

L’uso di cannabis, sia a scopo ricreativo che terapeutico, è in costante aumento. Tuttavia, come qualsiasi prodotto di consumo, la cannabis può essere soggetta a manipolazioni chimiche che ne alterano la purezza. Nella cultura popolare, questo fenomeno è spesso descritto con l’uso del termine “erba chimica“. Ma cosa significa realmente e come puoi proteggerti? Ecco una guida completa su come capire se l’erba è chimica e quali sono i rischi associati.

Cosa si intende per “erba chimica”?

Il termine “erba chimica” è spesso utilizzato per descrivere la cannabis che è stata alterata o contaminata da sostanze chimiche durante il suo processo di crescita, cura, o conservazione. Queste sostanze possono variare da pesticidi e fertilizzanti a sostanze più pericolose come metalli pesanti, lacche o anche altre droghe.

Oltre ciò, esistono nel mercato tantissimi altri tipi di erbe rese “chimiche” con il fine di generare effetti più forti e talvolta -che creano dipendenza. Questi sono i casi in cui vengono aggiunti solventi come la trielina o ammoniaca e altre sostanze stupefacenti come metadone o LSD.

Esistono altri casi in cui “l’erba chimica” viene definita così erroneamente, in maniera errata, ora vediamo quali sono.

erba chimica

Quando l’erba viene definita erroneamente “erba chimica”

Spesso, la terminologia può portare a confusione. Capita che i fumatori old style, non molto aggiornati o chi non è completamente avvezzo all’argomento, possa definire “erba chimica” della cannabis coltivata partendo da genetiche selezionate coltivate con maestria e competenza. Chi non ha mai avuto a che fare con la cannabis di altissima qualità che puoi trovare in qualche particolare coffee shop ad Amsterdam, in altri posti in cui l’erba è legale come la California o da qualche coltivatore privato altamente specializzato, può pensare che quest’ultima sia stata trattata chimicamente.

Questo perché non hanno mai visto fiori con un tappeto di tricomi super-sviluppato e non hanno mai sentito gli odori fortissimi e pungenti della cannabis di altissima qualità.

Se vuoi provare questo genere di prodotti, dai uno sguardo alle genetiche qui sotto!

Cosa c’è dentro l’erba chimica?

Le sostanze che possono alterare o inquinare la cannabis in modo da renderla come si suol dire “chimica”, sono tante ed è possibile trovarle sui nostri fiori per svariati motivi. In alcuni casi inquinano i fiori per noncuranza del coltivatore, come nel caso dei pesticidi o dei fertilizzanti. In altri queste sostanze vengono aggiunte per aumentare gli effetti nel chi fa uso della cannabis o addirittura per alterarne il peso specifico e di conseguenza vendere ad un prezzo più alto la stessa quantità iniziale di cannabis.

Ora vedremo un elenco delle sostanze più comuni che dobbiamo evitare e si possono trovare nell’erba chimica!

Sostanze Comunemente Trovate nella Cannabis Trattata o “Chimica”

Pesticidi

  • Motivo d’uso: Per combattere parassiti e insetti che possono danneggiare la pianta di cannabis.

Fungicidi

  • Motivo d’uso: Utilizzati per prevenire o trattare infezioni fungine che possono danneggiare o distruggere le piante.

Fertilizzanti Chimici

  • Motivo d’uso: Per stimolare la crescita delle piante e aumentare la resa.

Metalli Pesanti (Piombo, Mercurio, Cadmio)

  • Motivo d’uso: Spesso non sono intenzionalmente aggiunti ma possono contaminare il terreno o l’acqua utilizzati per la coltivazione.

Ammoniaca

  • Motivo d’uso: A volte usata inadeguatamente per aumentare il peso delle cime o per alterarne l’aspetto.

Talco

  • Motivo d’uso: Utilizzato come adulterante per aumentare il peso.

Lacche per Capelli o Vernici

  • Motivo d’uso: Utilizzate per migliorare l’aspetto visivo delle cime, rendendole più appiccicose o brillanti.

Altri Agenti Chimici (come solventi)

  • Motivo d’uso: Utilizzati nel processo di estrazione per prodotti come olii o concentrazioni di cannabis.

Sostanze Psicoattive (cocaina, MDMA, ecc.)

  • Motivo d’uso: Aggiunte per alterare o potenziare gli effetti psicoattivi della cannabis.

Ormoni Vegetali

  • Motivo d’uso: Utilizzati per stimolare la crescita o la produzione di cannabinoidi.

Antibiotici

  • Motivo d’uso: Raramente usati, ma se presenti, potrebbero essere utilizzati per trattare o prevenire infezioni batteriche nelle piante.

Regolatori di Crescita delle Piante

  • Motivo d’uso: Utilizzati per controllare l’altezza e la forma della pianta, spesso per rendere la coltivazione più gestibile.

Agenzie Impregnanti

  • Motivo d’uso: Utilizzati per rivestire le sementi o le piante per proteggerle da malattie o parassiti, spesso contengono altri prodotti chimici come fungicidi o pesticidi.

La presenza di queste sostanze nella cannabis rende L’erba “chimica” e può avere effetti seri sulla salute, specialmente se vengono combusti e inalati. È sempre meglio optare per prodotti testati da laboratori certificati per assicurarsi che siano sicuri per il consumo!!

erba chimica effetti

Erba con Ammoniaca: Effetti e Come Riconoscerla

L’ammoniaca è una sostanza chimica che può essere estremamente pericolosa se inalata, ingerita o assorbita attraverso la pelle. Se la cannabis è stata trattata con ammoniaca, i rischi includono irritazione delle vie respiratorie, tosse, e nei casi più gravi, insufficienza respiratoria.

Non è sempre facile riconoscere l’erba chimica a cui è stata aggiunta l’ammoniaca. Solitamente in questi casi, i fiori hanno un odore stranamente pungente e sanno di alcool. Il fiore risulta “umidiccio” e più scuro del normale, gli effetti sono molto forti e immediati. Spesso l’erba con ammoniaca causa mal di testa, palpitazioni e bruciore alla gola.

Se trovate anche solo uno di questi elementi nella vostra erba: disfatevene!

Erba “Spruzzata”: Effetti

La cannabis “spruzzata” indica che è stata applicata una qualche forma di sostanza chimica in fase liquida. Oltre ai pesticidi, ciò potrebbe includere altre sostanze tossiche come lacche e vernici. Gli effetti possono variare da irritazione delle vie respiratorie a problemi neurologici a lungo termine.

Erba con Lacca

L’uso di lacche o vernici sulla cannabis è particolarmente pericoloso. Oltre a rendere il prodotto estremamente insicuro per il consumo, le lacche possono contenere una varietà di composti chimici che, quando combusti, generano tossine molto dannose per la salute.

In questo video un documentario che parla dell’espandersi dell’erba chimica!

Come capire se l’erba è chimica?

Ecco alcuni modi per determinare la purezza della tua cannabis:

  1. Osservazione Visiva: Controlla la presenza di cristalli strani, peli o altre impurità sulle cime.
  2. Odore: Un odore chimico forte è un segno evidente.
  3. Gusto: Un gusto acre o chimico durante l’inalazione è un altro segnale di allarme.
  4. Test di laboratorio: Il modo più sicuro è far analizzare un campione in un laboratorio certificato.

Conclusione

Essere informati è il primo passo per garantire un consumo sicuro di cannabis. Se sospetti che la tua erba possa essere “chimica”, è sempre meglio errare dalla parte della cautela e evitarne l’uso. Ricorda, la tua salute è inestimabile.

PROVA I PRODOTTI WEWEED!

SOLO PER OGGI CON IL 50% DI SCONTO

USA IL CODICE: ILOVEWEWEED

22.000 clienti soddisfatti!

✅Paga con carta o in contrassegno✅Spedizione express in 48h✅Live chat dalle 9 alle 18

SOLO PER OGGI

NON LASCIARTI SCAPPARTE QUESTA OCCASIONE UNICA!
CONTINUA SULLO SHOP
GLI OLI CBD NON SI POTRANNO PIÙ VENDERE DA OGGI ALLE 23:59!

20% DI SCONTO SU TUTTI – ULTIME ORE

USA IL CODICE “OLIOADDIO”!