Cannabis Legale a prezzi imbattibili

CBD Vape: una guida completa per svapare CBD

Staff WeWeed

svapare cbd
Indice

Il CBD vape sta guadagnando sempre più popolarità come metodo di assunzione del cannabidiolo. Questa pratica offre un’alternativa al fumo tradizionale ed è apprezzata per la sua praticità e discrezione. Ma cosa c’è da sapere sul vaping di CBD? abbiamo creato una guida completa per svapare CBD raccontarti tutto sull’argomento!

Come funziona lo svapo?

Lo svapo di CBD, è un metodo di consumo che utilizza un vaporizzatore o una sigaretta elettronica per inalare il cannabidiolo (CBD). Il CBD è contenuto nell’apposito liquido, o “e-liquid”, con cui si riempie il serbatoio del vaporizzatore. Quando viene riscaldato dalla resistenza del vaporizzatore il liquido forma il caratteristico vapore che può essere inalato per assumere i cannabinoidi nel proprio flusso sanguigno, attraverso i polmoni. Spesso, oltre al CBD, alla base vengono aggiunti degli aromi, di cui esistono tantissime varietà.

Domande frequenti sullo svapare CBD

svapare cbd crea dipendenza?

No, il CBD e le altre sostanze che possono essere contenute negli e-liquid al CBD non causano dipendenza. Il malinteso probabilmente deriva dal fatto che il CBD viene estratto dalla cannabis e lo stigma legato alla marijuana illegale.

svapare cbd è legale in italia?

Si, allo stesso modo per cui è legale comprare e vendere gli oli al CBD e glil altri prodotti derivati della cannabis a basso contenuto di THC. I diversi prodotti a base di CBD stanno gradualmente prendendo posto sul mercato e diventando sempre più comuni anche per chi è totalmente estraneo alla cannabis o al fumare in generale.

La base degli e-liquid: cosa sono VG e PG

svapare CBD

Gli e-liquid al CBD sono composti da una base di glicerina vegetale (VG) e/o glicole propilenico (PG) estratti dalla canapa. Vengono combinati, in proporzioni variabili, per agire come vettori per i cannabinoidi e gli aromi. La proporzione tra i due influenza il volume di vapore prodotto e l’intensità dell’aroma.

La glicerina vegetale addensa il liquido e il vapore. I liquidi con un contenuto più alto di glicerina vegetale sono solitamente più “morbidi” da inalare.

Il glicole propilenico è più fluido e permette alla miscela di conservare meglio gli aromi. Gli e-liquid con un contenuto più alto di glicole propilenico risultano quindi più saporiti ma risultano in un’inalazione più “ruvida”.

Si può svapare l’olio al CBD?

No, non dovresti svapare l’olio di CBD. Gli oli e gli e-liquidi sono prodotti diversi. Gli e-liquidi al CBD sono appositamente progettati per essere vaporizzati, mentre l’olio di CBD è progettato per essere depositato sotto la lingua o ingerito.

Un e-liquid è realizzato appositamente per essere vaporizzato alla temperatura corretta. Tutte le sostanze contenute sono state testate per produrre un vapore liscio e sicuro. Gli oli di CBD, d’altra parte, sono più densi e non sono compatibili con i vaporizzatori. Contengono anche oli vettori come l’olio di semi di canapa o l’olio d’oliva.

Gli estratti di CBD impiegati

Il CBD può essere aggiunto a un e-liquid in diverse forme:

Full spectrum

Il CBD estratto dalla canapa conserva con se una serie di altri cannabinoidi, tra cui quantità molto basse di THC. La sinergia tra i diversi cannabinoidi influisce sull’interazione del CBD con l’organismo e ne migliora i risultati, ci si riferisce a questo fenomeno come “effetto entourage”. Gli e-liquid full spectrum sono meno comuni e ne esiste una varietà meno ampia rispetto a quelli che contengono CBD isolato. Sono più costosi ma rappresentano un livello di qualità superiore.

Broad Spectrum

Questo estratto include gli altri cannabinoidi derivanti dalla canapa ma, a differenza degli estratti full spectrum, ogni traccia di THC viene rimossa. Nel podio della qualità ideale, gli estratti broad spectrum sono al secondo posto ma offrono effetti molto vicini a quelli full spectrum.

Isolato

È la forma più comune che si possa trovare nei liquidi per sigaretta elettronica. Si tratta di CBD in purezza, estratto da piante di canapa e processato per eliminare qualsiasi sostanza aggiuntiva. I prodotti a base di CBD isolato sono solitamente più economici e non contengono THC. Il lato negativo è che questi prodotti non innescano il sopra citato effetto entourage.

Aromi

Come negli alimenti, i liquidi per sigaretta elettronica al CBD contengono aromi naturali o artificiali. Per essere adatti agli e-liquid devono essere aromi intensi e devono dissolversi nella base senza modificare la consistenza del vapore.

Nonostante gli aromi naturali siano più salutari, quelli artificiali sono molto più facili da impiegare nella produzione di liquidi per sigarette elettroniche. Di conseguenza, i prodotti con aromi naturali sono più difficili da trovare e leggermente più costosi.

I vantaggi del CBD vape

Sono in molti ormai gli utilizzatori che, dopo aver sperimentato col CBD vape, sostengono che l’inalazione di liquidi vaporizzati è il loro metodo preferito per l’assunzione di CBD. Vediamo perché:

Più CBD arriva al cervello

Assumendo il CBD per ingestione, solo una percentuale (tra il 4 e il 12 %) viene effettivamente usata dall’organismo perché la restante parte viene scomposta dall’intestino e dal fegato. Inalando un liquido vaporizzato invece, passa dai polmoni e direttamente nel flusso sanguigno, senza essere scomposto. Di conseguenza, svapare permette di assumere effettivamente fino al 56% del CBD. Per questo motivo, lo svapo è considerato il metodo più efficiente di assumere CBD.

Può comportare un risparmio

La peculiare efficienza di questo metodo si può tradurre in un risparmio. Considerando l’efficacia e la durata degli effetti in rapporto al costo dei prodotti, svapare piccole quantità di e-liquid potrebbe sortire gli stessi effetti di un olio al CBD ad alta concentrazione (e quindi più costoso).

Agisce in fretta

Per via del percorso diretto che il vapore fa attraverso i polmoni e nel flusso sanguigno, gli effetti del CBD iniziano a presentarsi tra 10 e 20 minuti dopo. È un metodo più veloce rispetto alla semplice ingestione, che può impiegare da 30 minuti a 2 ore. Svapare il CBD è un metodo leggermente più veloce anche della assunzione sublinguale, che generalmente impiega dai 15 ai 25 minuti.

Semplice da dosare

Svapare può avere dei vantaggi anche per chi vuole dosare il CBD a incrementi molto piccoli. Oltre ad avere una vasta gamma di scelte nelle concentrazioni disponibili, si può addirittura rifinire il dosaggio in base al numero di tiri. Questo aspetto risulta particolarmente utile a chi ha bisogno di assumere dosi molto lievi o vuole aumentare le dosi che assume in maniera molto graduale.

Gli svantaggi

Il CBD vape offre diversi vantaggi ma ci sono anche degli svantaggi nello scegliere questo metodo.

Alto costo iniziale

Il primo svantaggio è proprio che chi non ha mai svapato prima si trova costretto a investire in un vaporizzatore e i costi di manutenzione ad esso associati. Generalmente un piccolo vaporizzatore economico costa intorno ai 50€ ma può raggiungere cifre ben più alte. Le altre spese includono i liquidi, e le parti di ricambio per il vaporizzatore (es. la resistenza, il cotone ecc.).

Inalazione

Il concetto stesso di inalare i vapori di un liquido è qualcosa che molti non amano. Soprattutto i non fumatori possono trovarsi a disagio con l’atto di svapare per questi motivi.

Gli effetti

A differenza del THC, il CBD non ha effetti psicoattivi, quindi svapare CBD non procura la sensazione di “sballo” derivante dalla cannabis illegale. Anche i liquidi con estratti full spectrum, pur contenendo tracce di THC, non procurano effetti psicoattivi. Le concentrazioni di THC sono comunque molto basse e vengono regolamentate per legge.

Quando si svapa un liquido al CBD, la prima cosa che si nota è sicuramente il sapore, più o meno intenso, seconda dell’aroma scelto. Per il resto la consistenza del fumo può cambiare da un liquido a un altro e da un vaporizzatore a un altro. In certi casi si può ottenere un fumo molto voluminoso e vellutato, in altri la boccata può grattare leggermente la gola.

Una volta che il CBD inizia a far effetto si prova in genere una sensazione di rilassatezza e benessere. Al CBD sono associati una varietà di effetti benefici, tra cui proprietà antidolorifiche antiepilettiche e antinfiammatorie. Per questi motivi, svapare CBD aiuta a ottenere sollievo dal dolore, trattare infiammazioni e riprendersi da infortuni sportivi. Molte persone affette da artrosi o spasmi muscolari ottengono sollievo dall’assunzione di CBD. È stato riscontrato che il CBD sia un valido aiuto anche nel trattare i sintomi di ansia e depressione.

Svapare CBD è una cosa sicura?

I liquidi al CBD di buona qualità ha un eccellente storico di sicurezza. Tuttavia, negli ultimi anni diverse persone sono state ricoverate in ospedale a causa di problemi polmonari correlati allo svapo. Dopo un’indagine approfondita, è emerso che tali casi erano legati o agli e-liquidi contenenti THC o a marchi contraffatti che utilizzavano ingredienti non sicuri nei loro prodotti. Una delle principali cause di problemi di salute era l’aggiunta di acetato di vitamina E al liquido per lo svapo per diluirlo.

Come si usa un vaporizzatore?

Il processo di svapare varia a seconda dell’attrezzatura che hai selezionato. La differenza principale è tra vaporizzatori con serbatoi, cartucce o penne vaporizzatrici usa e getta.

Un vaporizzatore con serbatoio è il più conveniente e ti permette di ricaricarlo ogni volta che si svuota. Per uno a cartuccia, acquisti una cartuccia pronta che si attacca alla tua batteria e può essere gettata e sostituita quando è vuota. Con una vape pen usa e getta, devi sostituire l’intero prodotto una volta che è vuoto.

  1. Inizia prendendo familiarità con il vaporizzatore. Leggi le istruzioni, assemblalo e prova i controlli.
  2. Versa attentamente il liquido nel serbatoio o attacca la cartuccia. Alcune bottiglie di e-liquid sono più facili da versare di altre, quindi fai attenzione a non far entrare il liquido in altre parti della vape o far traboccare il serbatoio.
  3. Accendi il dispositivo; la maggior parte si accende con 1, 3 o 5 clic del pulsante di accensione.

Vaporizzatori “da guancia” (MTL) e “da polmone” (DTL)

Ora che hai usato la tua vaporizzatrice alcune volte, puoi fare ulteriori scelte su come usarla. Ci sono due metodi principali per inalare il vapore di CBD, comunemente chiamati da guancia (MTL) e da polmone (DTL).

Il vaporizzatore MTL prevede che quando aspiri il vapore nella bocca, lo tieni lì per qualche secondo e poi lo inali con i polmoni, in modo simile a come normalmente si fuma una sigaretta. Con il DTL, inali il vapore direttamente dal vaporizzatore in un respiro continuo fino a quando raggiunge i polmoni.

DTL fa si che una quantità più alta dei cannabinoidi contenuti nel vapore raggiungano il tuo polmone per un’assorbimento rapido nel sangue. Dall’altro lato, MTL permette di percepire gli aromi in modo più intenso mentre si tiene il vapore in bocca.

MTL è il modo più facile per iniziare con lo svapo. Ti permette di avere un maggiore controllo sulla quantità di vapore che raggiunge i polmoni. Fino a quando ti ci abitui, il DTL potrebbe risultare abbastanza intenso e potrebbe farti tossire. La maggior parte delle persone che svapano CBD finisce per utilizzare una combinazione di entrambi i metodi.

>>Vuoi leggere altro sul CBD e sul mondo della cannabis light? Clicca qui!

Ooops

Sei un ribelle… Bravo! 😀

Ringrazia il tuo spirito ribelle, ti sei appena aggiudicato un codice sconto del 15%!!

Utilizza il codice –> sonounribelle <– per ricevere il 15% di sconto su tutti i prodotti WeWeed

<3

logo weweed

Weweed Marijuana Legale

Per accedere al sito devi essere maggiorenne

PROVA GLI STRAIN PREIUM:

LE SELEZIONI DI ALTA GAMMA WEWEED!