Cannabis Legale a prezzi imbattibili

Fino a 20g omaggio su ordini >90€

A partire da 1,19€/g

Consegna Gratis x ordini>20€

CBD come cura ai sintomi del Corona virus, il cannabidiolo può aiutare?

cbd corona virus cura

Indice

 

Il CBD non è di per sé una vera e propria cura al Corona virus ma ricoprirà molto probabilmente un ruolo rilevante nel trattamento dei sintomi. E’ risaputo che i derivati del CBD sono largamente impiegati nel trattamento di patologie legate al sistema respiratorio per via delle proprietà antibatteriche, antivirali e antinfiammatorie.

La formula al CBD per la cura ai sintomi del Corona virus

Kali-Extracts inc. è un’azienda statunitense con sede a Dallas (Texas) che si occupa dello sviluppo di biotecnologie per la produzione di estratti e prodotti farmaceutici. Un metodo di estrazione che ha reso possibile la realizzazione di una formula a base CBD chiamata RespRx. L’azienda texana lavora da anni a questo processo, come si evince dalla ricerca pubblicata sul “Journal of Cannabis Research”. A quanto riportato sulle pubblicazioni, è grazie alle proprietà antinfiammatorie degli estratti di CBD che questa formula costituisce una potenziale cura dei sintomi associati alla broncopneumopatia cronica ostruttiva e altre patologie respiratorie, Corona virus incluso.

Cosa ne pensano gli esperti?

Le affermazioni di Kali-Extracts non sono necessariamente considerate valide dal mondo degli “addetti ai lavori” e le critiche non si risparmiano. Molti sostengono che si tratti di pura speculazione sul panico e l’incertezza di questo periodo. La richiesta di brevetto recentemente presentata per la formula al CBD lascia intendere che l’azienda farmaceutica si sta preparando a portare il prodotto sul mercato. Personalità di rilievo nel campo, tra cui Paola Cubillos (direttore medico di CB2Insights) e Kevin McKernan (fondatore di Medicinal Genomics) sono dell’opinione che sia eccessivo cercare di vendere una soluzione che ancora deve essere compresa a fondo.

CBD e Corona virus nel regno animale

Ebbene si, il CBD potrebbe svolgere un ruolo importante anche nella cura dei nostri amici a quattro zampe affetti dal Corona virus. Le interazioni tra esseri umani e animali sono ancora sotto studio e potrebbero avere giocato un ruolo rilevante nella diffusione globale dell’epidemia. Il Corona virus si manifesta sui cani come un’infezione intestinale, facilmente trasmissibile in ambienti sovrappopolati e poco igienici. Gli estratti di CBD hanno proprietà antinfiammatorie antibatteriche e antivirali preziose nella cura degli animali infetti. Così come sugli umani, i derivati del CBD aiutano a calmare la nausea prevenendo in parte nuovi contagi.

Il mercato dei prodotti CBD per animali è in stabile espansione

I prootti per animali a base di CBD sono sempre più diffusi sia a livello domestico che professionale. Molti veterinari infatti stanno accompagnano il CBD agli antibiotici nel trattamento di animali infetti dal Corona virus. Si stima che il mercato americano dei prodotti a base di CBD per animali raggiungerà il valore di 1.7 miliardi di dollari entro il 2023.

Corona virus e CBD in Italia

Circa due settimane fa il senatore Lello Ciampolillo ha scritto una lettera al ministro della salute Roberto Speranza suggerendo l’utilizzo della canapa terapeutica.

I medici e i ricercatori potrebbero provare l’utilizzo dei prodotti derivanti dalla Cannabis, come il Bedrocan, contro il coronavirus. Penso in particolare agli anziani che, a causa degli effetti della polmonite, sono i più esposti al rischio di perdere la vita. Alleviando i problemi delle vie respiratorie sarà più agevole assicurare la guarigione e consentirà di ricondurre nella normalità questo virus. Spero che questo contributo possa essere di aiuto in questo drammatico momento” sostiene Ciampolillo.

Ad oggi non ci sono state dichiarazioni ufficiali che lascino intendere una volontà di seguire il suggerimento di Ciampolillo. Tuttavia, in Italia come nel resto del mondo, è aumentato l’approvvigionamento di prodotti a base di CBD. I consumatori sembrano essere sempre più consapevoli e informati sugli effetti positivi dei derivati del CBD e il mercato offre di conseguenza una varietà e qualità maggiore in risposta.

 

Potrebbe Interessarti anche:

tagliare hashish
Estratti e resine

Hashish tagliato, come riconoscerlo

Come riconoscere l’hashish tagliato Come fare a riconoscere se l’hashish è stato contaminato? Quali pratiche seguire e tutto quello che c’è da sapere in questo articolo

Leggi di più »
Jamaica weed
Approfondimenti e notizie

Jamaica Ganja, cosa sapere

Ganja in Jamaica, tutto quello che c’è da sapere Anche se non ne è, tecnicamente, il paese d’origine, Jamaica e Ganja vengono considerate strettamente collegate.

Leggi di più »

-33% SU AMNESIA IDROPONICA

Usa il codice sconto IDRO33 per avere il 33% di sconto!